Attacco trincee nemiche armati di materasso

Armati di materasso all’attacco di trincee nemiche

La lunga guerra di posizione della Prima Guerra Mondiale impone ai soldati di entrambi gli schieramenti presenti sul Monte Piana, di utilizzare qualsiasi materiale a disposizione per poter diffendersi dal fuoco nemico e poter oltrepassare gli ostacoli posti tra le due prime linee.

Quando arrivava l’ordine di attacco, si doveva saltare oltre il muro di trincea e oltrepassare la cosidetta “terra di nessuno”.  Uno degli “strumenti” utilizzati per tale scopo è il materasso che veniva portato e posto sopra la linea di reticolato nemica. L’attacco delle trincee nemiche armati di materasso è una delle “singolari” vicende che quasi quotidianamente si susseguivano durante la Prima Guerra Mondiale, non solo sul Monte Piana ma su tutta la prima linea alpina.